Inter News

Dirigenza Inter, le prime parole di Thohir da ex presidente

Pubblicità

Erick Thohir non è più il presidente dell’Inter

Erick Thohir non è più il presidente dell’Inter. Il Tycoon indonesiano lascia le sue quote a Suning, la quale ha già delegato Steven Zhang come presidente.

Nella giornata di ieri è stata infatti ufficializzata la notizia. Le sue sembrano parole di sconforto, consapevole che non avrebbe mai potuto conciliare due impegni di diverso peso: politica e calcio.

Effettivamente la sua presenza all’interno della società nerazzurra era del tutto irrilevante. Possedeva infatti soltanto il 30% delle quote societarie, quindi in netta minoranza. Ma non solo, poiché la sua presenza non si avvertiva neanche durante il periodo in cui era l’unico possessore delle quote nerazzurre.

Leggi anche  Calciomercato Inter, incredibile Arturo Vidal, il suo gesto parla da solo

Un uomo fin troppo impegnato a quanto pare, che però ha avuto la furbizia di cedere l’Inter non al primo che passa. La squadra nerazzurra è finita nelle mani di Suning, potente colosso cinese.

Leggi anche  Brozovic, quanta grinta: "Mai così concentrati. Abbiamo un unico pensiero..."

Le parole di Thohir

Queste le parole di Thohir, rilasciate ai media indonesiani.

“Ieri sera, a causa di questo duro compito, mi sono dimesso da presidente della squadra di calcio dell’Inter. Questo è il mio impegno, quindi lavoriamo seriamente. In effetti, è una scelta difficile. Ma questa è la scelta che doveva essere fatta. Ci si aspetta che i candidati e i volontari siano responsabili nel perseguire la vittoria.”

Leggi anche  Inter vs Cina ci risiamo. Le parole di Suning fanno chiarezza

I tifosi interisti gli saranno comunque grati per aver in qualche modo risollevato la squadra, seppur subendo qualche periodo di profonda crisi dal quale sembrava non uscisse più.

L’Inter in mano a Suning

Suning, l’Inter quindi è tutta tua. Si spera che la determinazione, la concretezza e la competenza finora dimostrate siano le parole chiavi anche per il futuro a tinte nerazzurre.

 

error: All rights reserved
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker