Inter News

DriveInter con Rafinha ecco le parole del centrocampista nero azzurro

Rafinha intervistato a Drive Inter si racconta, e sottolinea il suo trovarsi bene a Milano

Il protagonista di Drive Inter di oggi è Rafinha, il giocatore nero azzurro sottolinea nella lunga intervista in viaggio per Appiano il suo amore per l’Inter.

“Mi ha colpito molto l’affetto che i tifosi hanno per me, qui mi sento a casa anche se sono solo tre mesi che sono qui. In Spagna anche è cosi ma qui mi hanno trattato benissimo fin dal primo momento”. 

Poi rivela con quali giocatori ha stretto un buon rapporto: “Conoscevo già Icardi che mi ha spiegato come funziona l’Inter, le strutture… Con lui ho un rapporto particolare, ho legato con i brasiliani, con Cancelo, con gli altri sudamericani.

Forse sono stato fortunato ad arrivare in un momento negativo per la squadra perché posso intravedere il positivo, il nostro è un grande spogliatoio dal punto di vista calcistico mi fido molto di questo gruppo”.

Successivamente spiega per quale ragione ha scelto il club nerazzurro: “Ho scelto l’Inter per il progetto. Ho visto alcune partite e pensavo che avrei potuto avere un ruolo in questo gruppo, per questo sono venuto”.

Suonando in macchina Sweet Child O’ Mine’ dei Guns N’ Roses racconta: «Ho iniziato a suonarla sei-sette anni fa. Sono un fanatico totale di musica, mi piace tantissimo.

I Rolling Stones per me sono i migliori rocker al mondo e l’opportunità di conoscere Mick Jagger è stata magnifica».

«La lingua italiana? Capisco tutto, ma preferisco parlare in spagnolo.

I miei amici mi chiamano Rafa, la mia famiglia Rafael, un po’ tutti Rafinha.

In Brasile è un nome carino, era un’idea che avevo da bambino. Pensavo di cambiarlo, ma ormai mi conoscono tutti come Rafinha».

Parla poi del suo inizio in un campo da calcio «Mio padre mi portava al campo,

con mio fratello che tirava e io paravo. Lui ci ha installato l’amore per il calcio, vengo da una famiglia di sportivi.

A calcio a 11 ho iniziato come portiere, mentre a 5 ho sempre giocato in campo.

Mio fratello gioca in una squadra fortissima come il Bayern e siamo tutti molto orgogliosi di lui».

Una parola per la Nazionale non manca mai «Lui ha scelto la Spagna? Io ho sempre giocato con le varie nazionali spagnole, ma il mio sogno è sempre stato quello di giocare per il Brasile.

La decisione è stata presa col cuore e ne sono orgoglioso».

Rafinha inizia come tutti i calciatori ad affacciarsi al mondo dei social «Li uso poco, ma li uso. Al giorno d’oggi sono un modo per essere in contatto con le persone.

Postare foto con i miei è una forma di manifestare affetto. I selfie? Non troppi…».

Il rapporto con Icardi «Mauro lo conoscevo da quando eravamo entrambi nella cantera del Barça. Con lui ho legato subito, è il mio compagno di stanza durante i ritiri.

E anche con Cancelo, così come con tutti gli altri che parlano spagnolo, ma anche inglese e italiano. Insomma, sono facilitato dal fatto di conoscere tante lingue».

Infine il pensiero di tutti gli Interisti, la Champions

Leggi anche  Ballardini svela: "Ecco come abbiamo battuto l'Inter"

«Lotteremo fino alla fine per raggiungere la Champions.

Mi ha colpito l’affetto dei tifosi verso di me, li ringrazio tanto. E’ meraviglioso sentirsi così amati, è davvero incredibile.

Anche in Spagna era così nel Barcellona, ma lì ci ho giocato per tanti anni fin da piccolo.

Qui si vive il calcio in una maniera particolare, mi ricorda un po’ il Brasile».

Infine, sul suo legame col tecnico Spalletti, afferma: “Il mister è uno diretto, dice quello che pensa e mi piacciono le persone così. Con lui ho avuto un buon rapporto fin dalle prime chiamate”.

 

Leggi anche  Inter News | Le parole del presidente nerazzurro tra presente e fututo

Potrebbe interessarti anche...

error: All rights reserved
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker