Inter News

GDS – Al via la Serie A, l’Inter si presenta a Sassuolo: Spalletti ha…

Prestagione: finita. Mercato: quasi. Giorni mancanti al debutto in Serie A: cinque.

Il Sassuolo incombe, la rosa si sta completando. La macchina non sarà quella definitiva, gara dopo gara si procederà a una evoluzione di motore, assetto e aerodinamica.

Però bisogna metterla in pista, raccogliendo le indicazioni dei giri di pista di prova. È il momento di tirare una prima riga: check-up e gerarchie.

L’inter in difesa, ecco come si presenta

L’arrivo di De Vrij ha portato a tre il numero dei centrali potenzialmente titolari. Detto che la difesa sarà inizialmente a quattro (l’altra soluzione è stata provata poco) e che Skriniar sembra inamovibile, l’olandese può essere considerato favorito perché ha svolto tutta la preparazione. Miranda contro l’Atletico è sembrato un po’ indietro.

Leggi anche  Inter news, Insigne verso il forfait. Ecco i sostituti per domani

Ranocchia quarto centrale, consapevole e paziente. Sugli esterni Vrsaljko avrà poco tempo per oliare i meccanismi difensivi spallettiani: alla prima probabile conferma di D’Ambrosio a destra.

A sinistra se Asamoah servirà in altre zone del campo (mediano o esterno alto) Dalbert si è guadagnato in quest’ultimo mese un «tesoretto» di fiducia: più attento dietro e più propositivo davanti. In porta Handanovic: zero discussioni, tante parate.

Se non dovesse arrivare Modric, ecco l’Inter a centrocampo

Il sogno che finisce per «ic» può non essere definitivamente tramontato, ma non è il caso di farci affidamento. Resta un altro «ic», Brozovic. Tutti sperano che Epic sia diventato finalmente affidabile per un intero «Gran Premio» e per tutto il campionato, e i segnali lasciano intendere che sia così:

Leggi anche  Inter, ecco i 23 convocati da Spalletti per la prima di campionato

Mondiale da protagonista, ritorno anticipato dalle ferie, inserimento immediato. Uno dei due posti davanti alla difesa è suo, per l’altro in netta discesa le azioni di Gagliardini, mentre Asamoah viene buono per coprire anche questo «buco».

L’alternativa all’ex juventino è Vecino, sempre in bilico fra rilancio e «oblio» (almeno temporaneo).

Attacco da paura, l’Inter una macchina da goal

Della casella del centravanti nemmeno parliamo: Icardi non è mai in discussione. Dietro di lui l’infortunio di Nainggolan (che salta la prima) e l’inserimento «monstre» di Lautaro chiude i discorsi anche sulla mezzapunta centrale:

Leggi anche  Sandro Mazzola, quanti ricordi con la maglia nerazzurra: "Chi tifa Inter..."

dietro al Toro, ma parecchio distante, c’è Borja Valero, che quest’anno Spalletti pensa di usare lì. Per quel che riguarda gli esterni, siamo in regime di overbooking: Keita, Perisic, Politano, Candreva e Karamoh.

Difficile vedere i primi due (sulla carta i titolari a regime) subito insieme, perché hanno fatto il check­in ad Appiano un po’ tardi. Politano si prende la fascia destra, Candreva e Karamoh seconde linee, il senegalese che ha fatto la preparazione col Monaco potrebbe essere più pronto di Ivan.

Potrebbe interessarti anche...

error: All rights reserved
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker