I collaboratori di Ausilio a Genova. Per gennaio o un doriano o un viola

I collaboratori di Ausilio a Genova. Per gennaio o un doriano o un viola

Non solo Barella, Ausilio è tentato dal doriano e dal viola

L’occasione si è presentata propizia per il dirigente nerazzurro Piero Ausilio che ha “scatenato” i suoi collaboratori allo stadio Marassi per la partita tra la Sampdoria e la Fiorentina. Ausilio ha impartito ordini ben precisi: osservare da vicino i due centrocampisti segnati nell’agenda nerazzurra per l’affondo decisivo nella finestra invernale di mercato. Chiaramente Barella rimane in pole position. Tuttavia Spalletti cerca un centrocampista che possa accompagnare l’azione di Brozovic e, all’occorrenza, sostituirlo. Non facile ma Ausilio ha avuto precise istruzioni da Luciano Spalletti.

Dopo il match perso contro il Parma, Luciano il metafisico ha evidenziato come la società avesse operato benissimo nel mercato estivo sebbene sia mancata l’occasione per riuscire a integrare la rosa con le caratteristiche del regista. Le prime giornate di campionato hanno dimostrato la difficoltà dei centrocampisti dell’Inter a impostare gioco e, soprattutto, a inserirsi negli spazi. Per questo motivo la trattativa per l’acquisto di Barella è già stata avviata e, come detto le scorse settimane, molto dipenderà dalla volontà di Borja Valero di trasferirsi a Cagliari.

I due calciatori sotto osservazione per volere di Spalletti

Tuttavia il centrocampo nerazzurro, qualora dovesse arrivare la qualificazione agli ottavi di Champions League e la corsa in campionato dovesse prendere una retta via, sarà integrato da un altro elemento. In ballottaggio, insieme a Barella, infatti sono finiti Karol Linetty della Sampdoria e Jordan Marcel Gilbert Veretout. Il polacco della Sampdoria è molto stimato da Spalletti. Classe ’95 ha un contratto in scadenza con la Samp nel 2021. Sa ricoprire tutti i ruoli del centrocampo ed è molto abile negli inserimenti. Meno mobile, ma decisamente con una visione di gioco importante è Marcel Veretout, francese della Fiorentina di 25 anni. La valutazione dei due giocatorim è di circa 20 milioni di euro. Questa è la cifra richiesta da Osti per Linetty e da Corvino della Fiorentina.

I rapporti con Sampdoria e Fiorentina sono ottimi. Le due squadre stanno disputando un ottimo inizio di campionato e le due pedine che fanno gola ai nerazzurri sono dei perni dei rispettivi centrocampi. Per questo motivo l’Inter ha offerto, tanto a Osti quanto a Corvino, una pedina di scambio: Roberto Gagliardini. L’operazione garantirebbe all’Inter la possibilità di inserire il neo acquisto nelle liste Uefa e avere un giocatore più funzionale allo scacchiere tattico del metafisico di Certaldo.

Sia il polacco che il francese non avrebbero problemi a giocare con Brozovic o, addirittura sostituirlo. Un dato appare certo e incontrovertibile. Nella brevissima finestra invernale (durerà poco meno di venti giorni) l’Inter darà l’assalto a Barella e, se trova spazio a uno tra Linetty o Veretout. Il discorso, fatto a settembre, non è prematuro. Tutte le trattative del mercato di riparazione si stanno impostando in questi giorni proprio per la ristrettezza dei tempi del mercato invernale. Un rinnovamento e ampliamento della rosa al quale l’Inter non si vuole sottrarre.

error: A causa degli innumerevoli casi di furto dei nostri contenuti siamo stati costretti a disabilitare questa funzione.