Inter News

Il Cipe: Da dodici anni un angelo veglia sull’Inter stellare

Oggi ricorre il dodicesimo anniversario della morte di Facchetti

Pubblicità

Cipe: Come ci vedi da lassù?

Cipe è il soprannome che gli fu attribuito dai compagni di squadra della storica Grande Inter. Helenio Herrera, che con i nerazzurri di Angelo Moratti vinse tutto ciò che il pianeta aveva messo in palio, per sbaglio chiamò Facchetti “Cipelletti”. Da allora quel lungagnone terzino sinistro, tutta corsa, potenza e carisma, fu conosciuto con il soprannome Cipe.

Il 4 settembre 2006 ha lasciato questo mondo e ha gettato il popolo interista in una profonda tristezza. La sua celebre maglia n. 3, giustamente, è stata ritirata. Inutile ricordare il palmares di Giacinto Facchetti, terzino sinistro dell’Inter e della Nazionale, vincitore di tutto ciò che si poteva vincere. Un uomo che ha scolpito l’Inter nei cuori nerazzurri. Chi non ha avuto l’onore di vederlo in azione non può capire quanta classe, tecnica, amore per la maglia vi fosse nelle sue cavalcate. E le sue azioni spesso terminavano in rete.

Leggi anche  Borja Valero Inter: "Derby? Sono carico. Spalletti è...."

E’ stato anche dirigente dell’Inter oltre che Presidente. Ha rappresentato e, oggi, rappresenta l’Inter in Italia e nel mondo. Emblema di trasparenza, di lungimiranza, sempre sorridente e affabile Facchetti ha instaurato con tutti gli addetti ai lavori sempre un rapporto amichevole e affabile. Non potrò dimenticare, pochi giorni dopo la sua scomparsa, il debutto dell’Inter in campionato in casa della Fiorentina. Con la morte nel cuore i nerazzurri giocarono una partita incredibile.

Leggi anche  Ilary Blasi all'attacco: "Spalletti piccolo uomo? Non..."

La corsa di Esteban Cambiasso verso il settore dove erano assiepati i tifosi nerazzurri con le braccia verso il cielo dopo il gol, rimane una delle immagini più forti dell’Inter moderna. Chissà come ci sta guardando da lassù, insieme al suo grande amico Peppino Prisco, l’avvocato, altro simbolo dell’Inter. Ciao Cipe, sempre nei nostri cuori.

error: All rights reserved
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker