Importante summit di mercato tra Marotta, Ausilio e Gardini: i dettagli

Importante summit di mercato tra Marotta, Ausilio e Gardini: i dettagli

Per dimenticare in fretta la brutta prova contro il Sassuolo, l’Inter prova a guardare al futuro e Marotta, Ausilio e Gardini si sono incontrati ieri alla Pinetina. 

L’ordine del giorno è l’analisi della brutta prestazione contro gli emiliani, con un grande passo indietro rispetto alle ultime prove, e soprattutto il mercato nerazzurro. Senza cessioni difficilmente arriveranno acquisti in questa sessione invernale, a meno che non ci sia un’occasione alla Rafinha.

Marotta ed Ausilio valutano i riscatti dei prestiti

Al momento non si registrano interessamenti per giocatori, anche se un centrocampista gioverebbe moltissimo alla rosa. Nel frattempo Marotta ha già bloccato per giugno sia Godin, a parametro zero, che Brazao, grazie alla sinergia con il Chievo Verona.

Oltre questi si parla molto della possibilità o meno di riscattare i giocatori attualmente in prestito a Milano. Politano, Keita e Vrsaljko si stanno giocando le proprie carte per convincere la società ad attuare un investimento su di loro.

Matteo Politano è senza dubbio il più avanti nella griglia di partenza, grazie ad un girone d’andata veramente buono. L’azzurro è in prestito dal Sassuolo e per riscattarlo ci vorranno 20 milioni di euro. Probabile che l’Inter proverà ad avere uno sconto inserendo una contropartita tecnica. L’affare al 99% si farà e Politano diventerà nerazzurro a giugno.

Discorso diverso per Vrsaljiko. Il terzino croato ha manifestato il suo orgoglio nell’indossare la maglia nerazzurra, ma le sue condizioni fisiche stanno rendendo difficile la sua stagione e la dirigenza non è del tutto convinta del suo riscatto. La cifra da versare all’Atletico Madrid è di 17.5 milioni di euro.

Baldè Keita è il riscatto più alto, dato che al Monaco dovrebbero arrivare 34 milioni di euro per assicurarsi il suo cartellino a giugno. La sua stagione sta vivendo di alti e bassi e saranno decisivi i prossimi 6 mesi per fare una valutazione. Anche qui verrà chiesto uno sconto qualora si decidesse di riscattarlo.

In totale i tre costerebbero 70 milioni di euro e ciò rende quasi impossibile il riscatto di tutti. Sarà il campo il giudice supremo e Marotta ed Ausilio valuteranno chi merita maggiormente di essere confermato.

error: A causa degli innumerevoli casi di furto dei nostri contenuti siamo stati costretti a disabilitare questa funzione.