Inter, contro l’Atalanta formazione da Champions League

Inter, contro l’Atalanta formazione da Champions League

Domenica, alle ore 12.30, allo stato “Atleti Azzurri d’Italia”, andrà in scena il derby lombardo tra Inter e Atalanta. Tradizionalmente partita difficile, la squadra di Spalletti dovrà sfoderare una grande prestazione, per restare in scia alle prime e mantenere a distanza le inseguitrici, che corrono molto veloci.

Contro l’Atalanta Spalletti proporrà la formazione da Champions

La sfida contro il Barcellona è stata molto dispendiosa ma ha dato consapevolezza ai nerazzurri di essere una squadra forte, solida e orgogliosa. Spalletti farà i cambi essenziali e molto dipenderà dalle condizioni fisiche dei giocatori della rosa. Nainggolan ha giocato poco più di un’ora e le sue condizioni non sono ottimali. La caviglia continua a fare male ed è assolutamente inutile rischiarlo in una partita tignosa. Politano avrebbe bisogno di rifiatare mentre sembra in grande spolvero Joao Mario.

Visto le premesse Spalletti confermerà in blocco la difesa che ha affrontato, con onore, il Barcellona. Davanti ad Handanovic ci saranno Vrsaljko e Asamoah sulle corsie esterne e Skriniar e De Vrij centrali. Unica alternativa Miranda che, però, dovrebbe perdere il ballottaggio con il forte difensore olandese. Il centrocampo sarà composto da tre elementi. Brozovic corre da inizio stagione e avrebbe bisogno di un turno di riposo. E’ diventato imprescindibile, per questo insieme a lui potremmo vedere Gagliardini e Joao Mario, favoriti su Vecino e Borja Valero. In avanti, dietro il bomber Icardi, scalpitano Candreva e Keita. Appare difficile, però, che Spalletti rinunci a Perisic e Politano contemporaneamente.

Per questo è probabile l’inserimento di Candreva che sembra giocarsi le ultime chances in nerazzurro visto che nelle gerarchie Politano lo ha scavalcato non solo nel club ma anche in Nazionale. Partita difficile, su un campo difficile dunque. Ma tre punti obbligatori. Davanti la Juve e il Napoli sono lepri e dietro scalpitano Lazio e Milan. L’inter ha esaurito da mesi i propri bonus e continuare a vincere sarebbe di fondamentale importanza.