Inter, dopo Natale è sempre così: media punti da retrocessione

Inter, dopo Natale è sempre così: media punti da retrocessione

Gennaio è un mese nero per l’Inter. Da anni. Il quotidiano Repubblica traccia la situazione dei nerazzurri, ripercorrendo il trend degli anni passati.

“Da Mazzarri a Mancini passando per Stramaccioni e Spalleti il risultato non cambia: la squadra dopo le feste rallenta e perde troppi punti per strada. Sembra una casualità ma analizzando i numeri sembrerebbe ormai una sindrome inspiegabile”.

Inter, solo Pioli ha fatto benino a gennaio

Nelle ultime sette stagioni i nerazzurri confermano i soliti dati impietosi: hanno giocato 26 partite in Serie A raccogliendo solo 7 vittorie, meno di un successo ogni tre partite, male per una squadra che compete per i primi posti. La media generale è alzata dalle 4 vittorie in altrettante partite ottenute dall’Inter di Pioli nel 2017.

“Il tecnico parmigiano, ora alla Fiorentina, aveva preso il posto di Frank de Boer e nei primi mesi riuscì a far cambiare marcia alla sua squadra. Un’illusione, dato che la squadra finirà il suo campionato al settimo posto e Pioli non riuscirà a terminare la stagione sulla panchina meneghina. Se togliessimo quelle 4 vittorie la media nerazzurra nel mese di gennaio calerebbe drasticamente: 3 vittorie in 22 partite, un po’ meno di un successo ogni sette partite, una media da retrocessione”.

Quest’anno Spalletti ha ottenuto solo un punto in due gare: lo scorso anno la corsa che aveva portato i nerazzurri in testa alla classifica tra la 15esima e la 16esima giornata si inceppò prima di Natale con le sconfitte con Udinese e Sassuolo. A gennaio ci fu il crollo, con i nerazzurri che furono capaci di raccogliere solo tre punti su nove (tre pareggi con Fiorentina, Roma e Spal).

Inter, per un trend positivo bisogna tornare a Benitez

Il quotidiano in chiusura scrive che “per ritrovare un rendimento accettabile bisogna tornare alla stagione post-triplete. Sulla panchina nerazzurra c’era Leonardo, sembra una vita fa, chiamato a sostituire Rafa Benitez. Allora l’Inter riuscì a conquistare 12 punti in 5 partite, frutto di quattro vittorie e una sconfitta.

Un punto in più rispetto all’ultima Inter di Josè Mourinho, quella che riuscì a vincere tutto. Nel gennaio 2010 i nerazzurri conquistarono 11 punti su 15 disponibili. Tra le vittorie ci fu anche il 2-0 rifilato al Milan nel derby di ritorno, quello che l’Inter terminò in 9 uomini. Una gemma in una stagione perfetta. Quanto sembrano lontani quei giorni”.

Fonte: Repubblica