Inter, ecco come cambia la squadra con il calciomercato in entrata

Inter, ecco come cambia la squadra con il calciomercato in entrata

La nuova Inter, che “giganti”

In un lungo articolo pubblicato dal Corriere dello Sport, andiamo a scoprire come cambierà l’Inter dal punto di vista fisico. Con i centimetri in arrivo da Dembèlè, i nerazzurri possono diventare una vera e propria squadra di giganti.

“L’Inter che sta nascendo avrà ancora più chili e centimetri rispetto a quella che ha concluso l’ultimo campionato al quarto posto grazie anche al record della Serie A come numero di reti segnate di testa È vero che Lautaro Martinez (175 centimetri) ed Asamoah (173) non sono due colossi, ma in compenso il ds Ausilio si è assicurato con anticipo l’olandese De Vrij che è alto 1,88 e nel 2016-17 ha realizzato 6 reti in campionato più una in Europa League”.

Dembèlè, altro gigante

“I problemi per chi sfiderà l’Inter aumenteranno se Ausilio e Gardini riusciranno a convincere il Tottenham a cedere Dembelé perché il belga, oltre ad avere una grande esperienza a livello internazionale sia con gli Spurs sia con la sua Nazionale, è alto 185 centimetri, ma soprattutto è dotato di una struttura fisica importante che ne fa un avversario davvero temibile nei corpo a corpo. Dembelé si aggiungerebbe ad altri due mediani (Vecino e Gagliardini) che hanno nell’altezza un punto di forza. L’uruguaiano è alto 189 centimetri e di testa ha segnato la rete della qualificazione alla Champions all’Olimpico contro la Lazio, mentre Gaglia arriva addirittura a 190 centimetri. E poi c’è pure Brozovic che fisicamente non è a livello dei compagni (181), ma che quanto a corsa non è secondo a nessuno nell’Inter”.

“Senza scomodare il portiere Handanovic (193), spiccano i 186 centimetri di Santon, che quest’anno a volte l’allenatore toscano ha utilizzato proprio per proteggersi sui piazzati avversari, e Perisic (187). Icardi, Candreva e D’Ambrosio sono tutti tra i 180 e i 181 centimetri e a confronto degli altri sono dei… piccoletti anche se Maurito di testa di gol ne ha fatti 4, mentre D’Ambrosio ha firmato la rete del successo casalingo contro il Genoa con uno stacco su calcio d’angolo”.