FeaturedInter News

Inter, il Modello Marotta: società, comunicazione e soprattutto mercato

Pubblicità

La Gazzetta dello Sport, in edicola stamane, dedica ampio spazio al modello di lavoro di Beppe Marotta, prossimo alla firma con l’Inter.

Tre i principali ambiti in cui l’ex amministratore delegato della Vecchia Signora opererà. L’organizzazione societaria è sempre stata il suo pallino, un gioco di squadra che non va in contraddizione con compiti precisi e ampie deleghe. Negli anni ha sempre lavorato con un direttore sportivo di peso, ecco perché il ruolo di Piero Ausilio non verrà ridimensionato.

Leggi anche  Spalletti sull'espulsione: "Il quarto uomo mi ha cacciato perchè..."

Ad ogni livello Marotta ha sempre prestato molta attenzione ai media. Riuscendo ad interpretare il ruolo del frontman con particolare naturalezza. Con equilibrio ha gestito anche situazioni scabrose, ad esempio un calciatore da proteggere (Cassano,Vidal e Caceres), facendo sempre emergere la centralità del club. C’è poi l’aspetto più visibile della faccenda. Marotta porterà all’Inter tutte le sue competenze e i suoi link in sede di mercato, magari cambiando anche qualche rapporto di forza dentro la griglia del calciomercato. Quella rete di contatti consentirà a Marotta di tradurre subito in pratica le linee guida dettate da Zhang, in termini di obiettivi da raggiungere. Il Marotta della Juventus è stato il dirigente dei grandi colpi a costo zero, delle scoperte low cost, dei grandi acquisti ma pure delle cessioni pesanti, punto di partenza per gli investimenti successivi. Pogba è l’esempio principe. Il modello è riproponibile anche all’Inter. Marotta è stato scelto anche per questo. L’acquisto sostenibile e la successiva cessione a cifre monstre dello stesso calciatore sarà un protocollo da seguire con attenzione. Che magari potrà coinvolgere il nome di Skriniar, nell’idea di scegliere un sostituto all’altezza e contemporaneamente rinforzare altri reparti.

Leggi anche  Inter, ecco perchè la sfida col Barça arriva nel momento giusto
error: All rights reserved
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker