Inter, il sogno Modric è destinato a restare tale?

Inter, il sogno Modric è destinato a restare tale?

Continuano ad arrivare incessantemente voci dalla Spagna, spesso contraddittorie, sull’affare Modric Inter, che per portata sarebbe paragonabile all’affare Cristiano Ronaldo Juventus

Inter – L’Inter ed i suoi tifosi continuano a cullare il sogno Modric. Il centrocampista croato, nominato miglior giocatore dell’ultimo mondiale, sarebbe uno dei colpi del secolo. Il secondo in Serie A, dopo l’arrivo di Cristiano Ronaldo sponda Juventus.

Arrivano continui aggiornamenti dalla Spagna. Se le notizie fino a ieri lasciavano aperte delle speranze, quelle che giungono oggi sembrano invece chiudere definitivamente l’affare. Secondo il quotidiano spagnolo Marca Florentino Perez non avrebbe nessuna intenzione di privarsi di Modric.

Tramonta definitivamente il sogno?

Florentino Perez non sarebbe assolutamente dell’idea di cedere il centrocampista croato. Le supposte analogie col caso Ronaldo non sembrano essere vere. Perez è convinto di non riuscire a reperire sul mercato un giocatore di pari livello.

Non sembra neanche che il Real Madrid sia alla ricerca di un sostituto. Sempre secondo Marca l’eventuale partenza di Modric verrebbe sopperita con la promozione di Kovacic tra i titolari. Da monitorare anche Dani Ceballos che potrebbe esplodere con Lopetegui.

Sogno infranto o dichiarazioni di facciata?

La risposta arriverà a breve quando Modric e la dirigenza madrilena si incontreranno. Intanto Modric si aggregherà domani alla squadra per preparare la gara valida per la Supercoppa Europea in programma il 15 agosto contro l’Atletico Madrid.

Sembra che la speranza dell’Inter di vestire di nerazzurro Modric sia destinata a rimanere tale. Il mercato però ci ha abituato a sorprese e colpi di scena. Gli uomini di mercato nerazzurri rimangono alla finestra e sperano che l’eventuale voglia di Inter del croato abbia la meglio sulla volontà del Real Madrid.

 

 

 

error: A causa degli innumerevoli casi di furto dei nostri contenuti siamo stati costretti a disabilitare questa funzione.