Inter News

Inter Juventus, ecco i 5 fattori che possono aiutare i nerazzurri a vincere

Inter Juventus, 5 fattori a favore dei nerazzurri

In vista di Inter Juventus in programma il prossimo 28 aprile alle 20:45, la Gazzetta dello Sport fa il punto sulle 5 possibilità a favore dei nerazzurri per sconfiggere la squadra di Massimiliano Allegri.

La sfida mette in palio punti pesantissimi, oltre alla gloria di una partita sentitissima ormai da anni. Ad analizzare il tutto, ci ha pensato la rosea.

Ecco i 5 fattori

1) L’Inter ha perso una sola partita in casa: nessuno meglio dei nerazzurri in questo campionato. Fra le mura amiche la Juve si è arresa due volte (Lazio e Napoli) come Sarri e i suoi ragazzi (Juve e Roma). L’unico stop interista è invece firmato Udinese, gara fra l’altro non troppo fortunata.

2) Trentotto dei 66 punti in classifica sono stati conquistati a San Siro: 11 vittorie (Fiorentina, Spal, Genoa, Milan, Sampdoria, Atalanta, Chievo, Bologna, Benevento, Verona e Cagliari), cinque pareggi (Torino, Lazio, Roma, Crotone e Napoli) e appunto una sola sconfitta, contro l’Udinese. Nelle 17 gare interne, per dieci volte Handanovic non ha subito reti: Fiorentina, Spal, Genoa, Atalanta, Chievo, Lazio, Benevento, Napoli, Verona e Cagliari.

3) Zero sconfitte quest’anno nel mini-campionato delle attuali prime nove in classifica. Grande solidità nel doppio 0-0 con il Napoli, e all’andata fu 0-0 anche contro Juventus e Lazio. Quattro i punti conquistati invece con Roma, Milan, Atalanta e Fiorentina. Bottino pieno infine nei confronti della Sampdoria.

Vittorie

4) Due vittorie e un pareggio negli ultimi tre incroci a San Siro con la Juve di Allegri: 0-0 il 18 ottobre 2015; 3-0 nella semifinale di ritorno della Coppa Italia 2015-2016 (a segno Brozovic due volte e Perisic; Inter eliminata poi ai rigori); 2-1 nella scorsa stagione. Porta il timbro di Lichtsteiner il gol poi rimontato dalle testate di Icardi e Perisic.

5) Icardi nerazzurro ha intanto bucato già quattro volte la Juve, e solo in un’occasione l’Inter ha perso con l’argentino a segno. Quattro reti nei derby d’Italia come Bobo Vieri, a quota cinque c’è Sandro Mazzola: comandano (12 gol) Meazza, Sivori e Boninsegna (nove reti con l’Inter, tre in maglia bianconera). Prima di approdare a Milano, Maurito aveva battuto la Juve due volte, in maglia Samp: doppietta nel 2-1 a Torino il 6 gennaio 2013; rete anche nel 3-2 casalingo, gara di ritorno dello stesso campionato. Prestazioni che fecero innamorare Massimo Moratti: proprio in quei giorni il Presidente decise di regalare Icardi all’Inter. Una grande intuizione: oggi il 25enne killer di Rosario ha infatti un curriculum da 107 reti in Serie A (97 in nerazzurro). Coppe comprese, sono 115 i centri da «italiano», 104 solo da interista. 

Leggi anche  Ivan Zazzaroni: "I nerazzurri potevano fare di più, è mancato..."

Potrebbe interessarti anche...

error: All rights reserved
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker