Inter, per Barella è corsa a tre: ecco la strategia di Ausilio

Inter, per Barella è corsa a tre: ecco la strategia di Ausilio

Nicolò Barella, centrocampista del Cagliari, classe 1997, è sempre più oggetto di desiderio dei top club, italiani ed europei. La scorsa settimana vi avevamo anticipato che per il talentuoso centrocampista sardo si stava prospettando un vero e proprio derby d’Italia tra Inter e Juventus. E’ notizia di oggi dell’interessamento di un altro top club europeo sul centrocampista del Cagliari e della Nazionale.

Ausilio obbligato ad anticipare i tempi per non fallire il colpo di mercato

L’infortunio di Mousa Dembélé ha indirizzato la dirigenza del Tottenham, avversaria dell’Inter nel girone infernale di Champions League, a cercare un profilo adatto per sostituire il belga. Maurizio Pochettino è rimasto folgorato dalle prestazioni del cagliaritano, dalla capacità di dettare i tempi a centrocampo, dai grandi margini di miglioramento vista la giovane età. Non solo. ha capito che Barella potrebbe adattarsi con pochissime difficoltà al calcio inglese.

A queste condizioni si sta realizzando l’aspirazione massima del presidente del Cagliari Giulini, che spera di monetizzare il più possibile dalla cessione del suo gioiello. Al momento il patron dei sardi, per il cartellino di Barella richiede 45 milioni di euro. I tre club che hanno manifestato un interesse concreto per il centrocampista hanno grandi disponibilità economiche. Dunque l’asta per Inter, Juventus e Tottenham è alle porte.

Ausilio dovrà dimostrare tutte le sue capacità riuscendo ad anticipare l’operazione. Programmata per giugno 2019, cioè quando terminerà il regime di S.A. del F.F.P. dell’Uefa, l’operazione dovrà essere anticipata a gennaio con la solita formula: prestito oneroso con diritto di riscatto. Giulini ha già fatto sapere ad Ausilio che gradirebbe molto l’inserimento di due contropartite tecniche per abbassare il costo del cartellino: Pinamonti (in prestito al Frosinone) ed Emmers (in prestito alla Cremonese).

Ausilio potrebbe anticipare il rientro dei due giovani calciatori per assicurarsi le prestazioni di Barella. Molto dipenderà dal prosieguo della stagione. Dal passaggio della fase a gironi in Champions League e un posizionamento in campionato al vertice. Il mercato invernale, tradizionalmente della durata di un mese, in questa stagione durerà appena venti giorni. Le trattative andranno chiuse prima proprio per evitare intoppi burocratici. La palla ora passa ad Ausilio.

error: A causa degli innumerevoli casi di furto dei nostri contenuti siamo stati costretti a disabilitare questa funzione.