Inter, per sostituire Cancelo si pensa a un giocatore del Barcellona

Inter, per sostituire Cancelo si pensa a un giocatore del Barcellona

Inter, Cancelo sempre più lontano

In un lungo articolo pubblicato dalla Gazzetta dello Sport, si legge la tormentata situazione relativa al futuro di Joao Cancelo. L’Inter, qualora volesse trattenere il giocatore a Milano, dovrà versare nelle casse del Valencia ben 35 millioni entro il prossimo 30 maggio.

“Il Valencia non concede deroghe: o l’Inter versa 35 milioni entro il 30 maggio, oppure il portoghese torna in Spagna. “L’ostacolo fair play finanziario (vanno recuperati 40 milioni in plusvalenze da qui al 30 giugno) è un alibi di ferro per il cuore contabile dell’Inter. Il club è intenzionato a spingere per una politica prudente anche oggi, dopo aver frenato non poco a gennaio sui fronti Pastore e Ramires, gente che avrebbe aiutato Spalletti a mettere velocemente in sicurezza l’Europa che conta. «Colpevoli» a gennaio, quando c’era obiettivamente un discreto margine di movimento economico. Difficoltà invece concrete, reali, in questa fase del mercato, con pochissimo tempo per «arginare» l’eventuale investimento-Cancelo. Detto ciò, il mancato riscatto del 23enne portoghese sarebbe una sconfitta anche a livello d’immagine per una proprietà che a più riprese ha sbandierato la volontà di riportare l’Inter in cima all’Europa”.

Questo è quello che scrive la rosea. Come già detto, non riscattare Cancelo sarebbe come buttarsi la zappa sui piedi. Bisogna capire se con i soldi provenienti dalla cessione definitiva di Kondogbia (25 milioni), l’Inter riuscirà ad aggiungere qualche milione.

Le alternative a Cancelo

“Il primo ha lo stesso procuratore di Cancelo (Jorge Mendes), l’affare non è facile, ma i blaugrana potrebbero avere interesse a intavolare un’operazione simile a quella di Rafinha con l’intento di valorizzare un investimento da 35 milioni (versati al Benfica l’anno scorso). Semedo non è in effetti decollato nel suo primo anno di Liga, e Barcellona e Inter hanno già in agenda un faccia a faccia per chiarire appunto la situazione di Rafinha. Partey? L’Atletico è pronto a parlare del 24enne ghanese, giocatore duttilissimo: esterno naturale, maturato in Spagna anche come centrocampista. Ausilio aveva sondato il ragazzo anche a gennaio”.

error: A causa degli innumerevoli casi di furto dei nostri contenuti siamo stati costretti a disabilitare questa funzione.