FeaturedInter News

Inter, pieni poteri a Steven Zhang: puó firmare senza limiti, ecco il suo piano

Pubblicità

Steven Zhang, presidente dopo 40 giorni, un presente già importante, un futuro da scrivere ma con le idee sempre chiarissime. Il numero uno dell’Inter dal 26 ottobre, si muove a tutta velocità. La Gazzetta dello Sport, in edicola stamane sottolinea che il suo piano, é stato avallato a Nanchino da papà Jindong. Le priorità sono chiare.

Intanto, c’è l’ostacolo Juve: «Sono fiducioso, credo nella squadra, daremo tutto in campo, posso garantirlo. Stiamo facendo progressi, il gioco migliora e ogni stagione cerchiamo di fare meglio: è questo il nostro obiettivo». Per riportare l’Inter in vetta al mondo, obiettivo dichiarato il giorno dell’investitura, Steven vuole giocare stabilmente in Champions, far crescere i ricavi arrivando a 400 milioni, avere la gestione dello stadio, puntare sui giovani, dare al club una struttura tecnica al top.

Leggi anche  Inter, capitolo plusvalenze. Incassi notevoli provenienti dai giovani

Marotta e San Siro i primi passi di Steven Zhang

Il quotidiano sottolinea come i primi passi tangibili della nuova presidenza cinese sono l’arrivo di Beppe Marotta (con tanto di vertice a Nanchino) e la firma di un protocollo di intesa con il Milan per uno stadio in coabitazione (con tutta probabilità San Siro). Il resto è in continuo movimento. E proprio per permettere a Zhang junior di agire in completa autonomia il consiglio di amministrazione nerazzurro ha dato al quasi 27enne presidente piena libertà di agire. Con tanto di verbale che ha riconosciuto a Zhang «tutti i poteri, da esercitarsi con firma libera e disgiunta e senza limiti di importo, per la gestione ordinaria e straordinaria della società».

Leggi anche  Calciomercato Inter, per i nerazzurri un clamoroso ritorno da... Madrid

Fonte: Gazzetta dello Sport

 

error: All rights reserved
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker