Inter News

Juventus sotto attacco: “Hanno la mentalità dei mafiosi. Al Sud…”

Inter Juventus, animi ancora accesissimi

La sfida è sempre stata tra le più sentite, con il solito stereotipo che vede la Juventus “ladra” e tante altre cose. Adesso però, la situazione sta iniziando a diventare pesante.

Il club torinese infatti, dopo i fatti di sabato, è sotto attacco da molti personaggi anche esterni dal mondo del calcio. Dopo Paolo Bonolis infatti, a mandare una bordata ai bianconeri ci ha pensato Olivero Toscani, fotografo di fede nerazzurra.

“Fossi un giocatore della Juve mi vergognerei, non mi vanterei tanto di vincere così. Infatti nel passato dei grandi campioni se ne sono andati da questa squadra. Mi fanno anche un po’ pena. Devono vincere aiutati, come è successo per la Fiat. La solita storia all’italiana: fuori dal nostro Paese la Juventus vale meno, che cosa strana… Vogliono vincere comunque, senza fare gli sportivi. Alla fine è un furto, non si vogliono confrontare ad armi pari. Questa è una mentalità mafiosa, arrivare al risultato attraverso delle combinazioni, delle scorciatoie. Vogliono vincere comunque. Rubano. Questo è, basta guardare l’ultima partita. Sono famosi, lo sanno tutti. Giochi con la Juve e parti con due gol sotto”.

Queste le parole di Toscani che sulle frequenze di Radio 24 durante “La Zanzara” continua dichiarando:

“Avete presente nei paesi del sud, quando c’è la processione e portano la Madonna in spalle? Arrivano davanti alla casa del capomafia e fanno fare l’inchino alla Madonna. Gli arbitri fanno la stessa cosa con la Juve. La maglia mi piace, la squadra, i giocatori, mi stanno anche simpatici. Ma la società è così, la mentalità è quella. Però mi fanno pena perché devono vincere così, fossi uno di loro mi incazzerei, mi vergognerei. Vorrei vincere regolarmente, invece vincono con aiuti esterni”. 

Insomma, i tifosi interisti difficilmente digeriranno la partita che avrebbe potuto significare l’accesso in Champions.

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker