FeaturedInter News

Lazio – Inter, Spalletti pensa alla mossa a sorpresa

Il tecnico di Certaldo prepara Lazio - Inter con novità importanti e sorprendenti

Pubblicità

Lazio – Inter, Spalletti vuole i tre punti e prepara la mossa che i tifosi nerazzurri non si aspettano

Lazio – Inter. Ossia terza contro quarta in campionato. Dove ci eravamo lasciati? Al gol di Vecino che all’Olimpico, all’ultima giornata di campionato, all’ultimo respiro regalò la qualificazione in Champions League ai nerazzurri. Molti opinionisti e addetti ai lavori, nei giorni successivi, schiumarono rabbia e invidia sostenendo che la qualificazione l’avrebbe meritata la squadra biancoceleste. Da allora l’Inter non si è fermata. Un mercato da protagonista, un inizio di stagione balbettante. Poi la ripresa fino al terzo posto attuale.

Leggi anche  Graziani sicuro: "Rafinha ha due qualità, ma l'Inter è diventata prevedibile"

Spalletti ha osservato i suoi. Sa che molti sono affaticati. Che hanno tante gare consecutive alle spalle tra club e nazionali. Ecco perchè Asamoah dovrebbe rifiatare per far spazio al freschissimo Dalbert, nella speranza che il brasiliano, prima o poi, si ricordi come si fa il terzino sinistro moderno ad altissimi livelli. Con l’assenza di Nainggolan la coperta è corta ma non cortissima come in Champions League. Spalletti vorrebbe far rifiatare Vecino anche perchè Mister Champions ha saltato la sfida con la sua nazionale per giocare contro Milan e Barcellona. Meglio non rischiare. Gagliardini è pronto accanto all’infinito Brozovic, la luce di questa Inter. Davanti, alle spalle dell’imprescindibile Icardi, tutti i nodi. Politano ci sarà: troppa la differenza di forma e di inventiva rispetta ad Antonio Candreva. Perisic è la copia sbiadita di quello ammirato in parte della scorsa stagione. Ma dovrebbe esserci anche lui perchè, a fare da trequartista è pronto Keita.

Leggi anche  Inter e Napoli, le due squadre condividono un record unico. Ecco cosa

Questa è la mossa del metafisico di Certaldo che preferisce la velocità e la classe dell’ex Lazio all’irruenza e forza fisica di Lautaro Martinez. Spalletti non si sente pronto a far giocare, dall’inizio, insieme Lautaro e Icardi. Lautaro è una prima punta molto diversa da Icardi. Spetta al tecnico di Certaldo non bruciare questo ragazzo dalle enormi potenzialità fisiche tecniche. Le caratteristiche del bomber e capitano nerazzurro non si sposano con una seconda punta. Ne hanno fatto le spese i vari Jovetic, Shaquiri ecc.

Leggi anche  Miranda, tono stizzito: "All'Inter messa in discussione la mia posizione"

A Roma la squadra dovrà essere gagliarda, fisica, quadrata. L’Inter ha bisogno della grande prestazione. Davanti e dietro corrono come saette e sbagliare adesso sarebbe spiacevole.

error: All rights reserved
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker