L’Inter cerca nuova linfa sulle fasce: servono spinta, gol e fosforo

L’Inter cerca nuova linfa sulle fasce: servono spinta, gol e fosforo

Doveva essere un mercato di riparazione di basso profilo, quello dell’Inter. E così è stato, almeno per il momento. Ma quelli da qui al 31 gennaio potrebbero essere giorni febbrili per Giuseppe Marotta e soci.

L’Inter per il momento ha deciso di puntellare il reparto difensivo con l’arrivo del terzino destro portoghese Cedric Soares. Mossa cautelativa visti guai al ginocchio di Sime Vrsaljko, che rischi addirittura di finire sotto i ferri.

L’arrivo del portoghese, però, potrebbe non essere l’unico in quel reparto. Dovesse partire Dalbert, richiesto dal Marsiglia, si spalancherebbero le porte per un nuovo innesto. Potrebbe essere la volta buona per arrivare a Matteo Darmian, più volte accostato ad i nerazzurri e desideroso di tornare in patria dopo gli anni non felicissimi in Premier League. Il ragazzo piace ed anche molto a Piero Ausilio, ma le richieste del Manchester United, sono apparse eccessive, avendo il giocatore solo sei mesi di contratto.

L’Inter alle prese con le grane Perisic e Candreva

La società di Corso Vittorio Emanuele, si sente coperta, almeno numericamente negli altri reparti. Prenderebbe forse in considerazione la possibilità di aggiungere un centrocampista, se capitasse un’occasione come fu lo scorso anno con Rafinha. Ma all’interno della rosa nerazzurra, ci sono più giocatori non felicissimi. Alcuni per lo scarso minutaggio concesso, vedi Miranda e Candreva. Altri perchè desiderosi di provare una nuova avventura. Sarebbe questo  il caso di Ivan Perisic, attratto sempre più dal calcio inglese.

La posizione che sembra preoccupare maggiormente è  quella di Ivan Perisic, sempre più abulico e insofferente. L’Inter non ha aperto al momento ad una cessione del croato, che appare quello più convinto a cambiare aria sin da subito. Ha riferito però al giocatore che qualora arrivasse un’offerta non inferiore a 35-40 milioni di euro, cercherebbe di venirgli incontro, a patto però di trovare nel contempo un sostituto all’altezza.

Proprio in quest’ottica potrebbe essere significativa la voce secondo la quale l’Inter stia seguendo con attenzione il profilo di Ferreira Carrasco. L’ex Atletico Madrid stanco della Cina, accetterebbe anche una drastica riduzione di stipendio, pur di tornare al più presto nel vecchio continente.

Operazioni non semplici da imbastire a pochi giorni della chiusura del mercato. Da non scartare, dunque, le piste che portano a Rodrigo De Paul, (operazione è già imbastita per giugno, ma l’Inter potrebbe provare a forzare con l’Udinese per anticiparla) o ad un ritorno anticipato alla base di Yann Karamoh.

 

error: A causa degli innumerevoli casi di furto dei nostri contenuti siamo stati costretti a disabilitare questa funzione.