Inter News

(LIVE) Spalletti in conferenza stampa pre-Cagliari. Le parole

Le parole di Spalletti

Dalla sala stampa del Suning Training Center di Appiano Gentile, il tecnico nerazzurro Luciano Spalletti risponde alle domande dei giornalisti presenti. Internews1908 vi riporta in diretta le parole del tecnico toscano.

Su Rafinha, può giocare due partite così ravvicinate?

“Sta bene. Quando si passano dei periodi con degli infortuni senza giocare ci vuole del tempo per riprendere il ritmo.”

Sulla qualità tecnica della squadra

“Quando si dice qualità, ci sono tante altre cose. Affinchè questa venga fuori eccelsa, bisogna metterci la qualità tecnica, caratteriale, ecc.”

Servono più goal dagli altri oltre Perisic e Icardi?

“Bisogna metterci sempre qualcosa in più, sia individualmente, che collettivamente. Può starci che qualcuno segni qualche goal in più. Si deve trovare qualcosa che faccia da traino e non qualcuno che ci illumini la strada dove andare”.

Le battaglie si vincono prima di giocarle, col cuore e con la mente. Il primo tempo di Bergamo la preoccupa?

“Il secondo tempo è stato diverso dal primo tempo. Ho riguardato in settimana la partita e anche le partite precedenti e non mi sono sembrate tanto differenti. L’ultima partita è vero, il primo quarto d’ora abbiamo sbagliato qualcosa. Naturalmente io dovevo essere più chiaro, può essere che mi sono spiegato male.”

Sul “mal di goal” dopo Bergamo, chiederai più attenzione ai tuoi su questo aspetto?

“Rafinha non deve essere amareggiato di essersi mangiato il goal. Un goal da li non era facile fare, anche se era col suo piede preferito. Però poi la squadra, compreso Rafinha, ha creato delle opportunità, anche se si diventerà più esigenti sulla finalizzazione. Per far goal non si deve tirare nessun coniglio dal cilindro.”

E’ più tranquillo con la difesa a 3 o a 4?

“Sono tranquillo con entrambe.”

A Bergamo ci è stato uno sviluppo nella manovra. Ma cosa è mancato?

“Avere la resistenza fisica. Con le squadre come l’Atalanta bisogna recuperare molti palloni per poi rigiocarli. Anche se abbiamo interrotto delle azioni loro, poi non abbiamo creato azioni a favore nostro”.

In una stagione ci sono sempre alti e bassi. Adesso l’Inter in che momento è?

“Sappiamo quello che dobbiamo fare e dove vogliamo arrivare. Siamo nelle condizioni di poterlo fare.”

Sulle partite che mancano, Roma e Lazio come sono messe?

“Ad oggi, una tra noi e le due romane rimarrà obbligatoriamente fuori, a meno che torni in corsa il Milan.”

 

 

Potrebbe interessarti anche...

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker