Inter News

Liverpool Roma, Malagò difende i giallorossi: “La società non va punita”

Pubblicità

Scontri Liverpool Roma, parla Malagò

E’ un Giovanni Malagò imbestialito quello che parla degli scontri antecedenti a Liverpool Roma dove i tifosi giallorossi hanno mandato in coma un 53 enne. Il tifoso in questione è Sean Cox, che ancora oggi sta lottando tra la vita e la morte.

“Hanno detto che ho taciuto stavolta perché di mezzo c’era la mia Roma…Tifoserie che hanno mandato in giro questi messaggi. Anche questo è un aspetto della povertà culturale, del provincialismo all’origine di certi fatti. Non si può continuare a dire che il calcio non c’entra, che sono pochi delinquenti il problema. Certo che stiamo parlando di delinquenti. Ma che si muovono in un determinato contesto. Basta alibi! Basta analisi che riducono certi episodi al prodotto di pochi elementi, come se questo eliminasse il senso di una tragedia come quella di Liverpool. Io non sono preoccupato. Sono molto arrabbiato perché l’aggressione al tifoso irlandese getta discredito su una tifoseria, su una squadra ma anche su tutto il calcio italiano.

Ingiusto punire la Roma

“Stiamo parlando di episodi inaccettabili davanti ai quali il mio sdegno è assoluto. Ho parlato con Michele Uva, in qualità di vicepresidente Uefa in contatto col presidente Ceferin. Entrambi sono stati concordi nel sostenere che non si può non tenere conto della responsabilità della società per il comportamento di questi tifosi. Già, la responsabilità oggettiva: capisco un presidente di società che magari investe massicciamente. Normale che si senta doppiamente vittima di certi fatti. Ma ci sono alternative? Con chi bisognerebbe prendersela? Non vedo alternative alla conservazione della responsabilità oggettiva, unico deterrente disponibile”.

Queste le parole del presidente del CONI Giovanni Malagò riportate dal Corriere dello Sport. Il succo del discorso è che sarebbe ingiusto sanzionare l’intera squadra e l’intera società per colpa di qualche pseudo-tifoso. Nei giorni scorsi si parlava addirittura di squalificare la Roma, opzione però successivamente scartata. Va bene la severità, ma in quel modo sarebbe stato davvero troppo.

Leggi anche  TS - Scoppia il caso Candreva, escluso insieme a Vecino e Gagliardini
error: All rights reserved
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker