Marotta e l’Inter rassicurano Spalletti: l’obiettivo della società

Marotta e l’Inter rassicurano Spalletti: l’obiettivo della società

Parma-Inter non sarà decisiva per il futuro di Luciano Spalletti. La società nerazzurra ha intenzione di proseguire con il tecnico toscano.

Marotta conferma Spalletti

A dare serenità al tecnico toscano, arrivano le parole pronunciate dall’amministratore delegato nerazzurro Giuseppe Marotta: “La sua posizione è solida, la gara di sabato non sarà assolutamente decisiva. Mancano 16 partite, con tanti punti in palio. Siamo in terza posizione e vogliamo assolutamente entrare in Champions, l’obiettivo stagionale.

E’ vero che la squadra sta attraversando un momento di crisi e di involuzione, ma sono certo che ne verremo fuori come sempre. Nei miei ultimi 20 anni da dirigente in Serie A, tra Atalanta, Sampdoria e Juventus, non ho mai esonerato nessun allenatore a stagione in corso e anche adesso non ci sono le condizioni per esonerare Spalletti che come dice la classifica, ha fatto un ottimo lavoro e meritato i punti che abbiamo.

Tra me e lui c’è affetto e un rapporto schietto perché abbiamo sempre interagito: è una persona acuta, sensibile e preparata. Ci sono degli obiettivi da raggiungere e i conti li faremo a fine stagione, ma se la società gli ha fatto rinnovare il contratto fino al 2021, vuol dire che è stato individuato come il tecnico ideale per il progetto che c’era. La sua posizione non è assolutamente a rischio”.

A fine gara, domenica l’ad ed il tecnico si sono a lungo trattenuti all’interno dello spogliatoio: “Si è trattato di un normale confronto, come succede alla fine di ogni partita, sia quando vinciamo sia quando perdiamo. Ho parlato anche con il presidente Zhang che condivide la linea che vi ho esposto”.

L’Inter prova dunque a ripartire e lo fa blindando e dando certezze al tecnico, che dovrà, poi essere bravo a trasmetterle ad i propri giocatori.

Fonte: Corriere dello Sport