Extra - Inter

Mourinho in crisi? Il pensiero di Condó non lascia scampo

Pubblicità

Le parole di Paolo Condò

Direttamente dalle colonne della Gazzetta dello Sport, Paolo Condò ha pubblicato una riflessione sul momento no di Mourinho.

“Non è vero che il Mourinho allenatore sia in crisi. E’ il manager, piuttosto, ad aver messo nei guai la sua altra metà, per via della quantità di giocatori sopravvalutati ingaggiati in questi tre anni spendendo cifre vicine a quelle che José imputa a Guardiola e a Klopp“.

Queste le parole del giornalista che poi continua:

Leggi anche  Pioli in conferenza stampa ammette: "Ecco cosa mi preoccupa dell'Inter"

“Nello United non c’è un difensore affidabile (Lindelof, chi era costui?) lì dove i rivali hanno sgrezzato Stones e scelto Van Dijk; non c’è un leader sicuro (Pogba resta una stella intermittente) lì dove De Bruyne e la novità Keita sollecitano le responsabilità; non c’è un terminale implacabile (Sanchez è pagato come un fuoriclasse pur essendo una punta normalissima) lì dove Aguero e Salah sono mitragliatrici sempre in funzione. L’ultimo mercato è stato avaro con Mou, certo; in società devono aver ragionato sulle troppe sterline gettate dalla finestra per catturare il primo che passava, senza curarsi di un piano coerente di squadra. Diminuiti gli Sneijder e cresciuti i Quaresma – nel senso di intuizioni positive e negative – la verità è che José deve allenare. Il suo mestiere è quello, per il resto basta un buon direttore sportivo”.

error: All rights reserved
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker