Nelle difficoltà l’Inter si aggrappa al suo capitano: Mauro Icardi (GdS)

Nelle difficoltà l’Inter si aggrappa al suo capitano: Mauro Icardi (GdS)

Mai come in questo momento l’Inter ha bisogno del suo capitano, Mauro Icardi. L’argentino deve ritrovare la via del goal, assente da 6 giornate, record negativo da quando veste nerazzurro.

Ma deve anche dimostrare di avere le spalle abbastanza larghe per sobbarcarsi le critiche, anche quando non le meriterebbe e trovare il modo di ricompattare il gruppo e far sì che si vada tutti in una sola direzione.

Icardi: goal e leadership per risollevare l’Inter

Il centravanti ex Sampdoria e Barcellona e l’Inter hanno iniziato la loro parabola discendente in dicembre, con il pareggio casalingo contro il PSV Eindhoven che e costato il passaggio del turno in Champions League. Da lí in poi, tra uscite fuori luogo del suo agente e moglie Wanda Nara e repliche dell’ amministratore delegato Marotta. Il ritardo al rientro delle ferie e conseguente multa. Hanno portato tutti a pensare ad un Icardi poco sereno.

Ma lo stesso Marotta va controcorrente affermando: «La vicenda contratto non ha condizionato Mauro e non deve farlo, perché nella sua carriera ne avrà tanti di rinnovi. È un aspetto gestito da sua moglie, lui deve stare tranquillo e concentrato. È protagonista di una grande
squadra, con i suoi gol deve contribuire alla vittoria».

Ad Icardi, dunque viene chiesto di continuare a pensare solo al campo, magari qualche piccolo attegiamento andrebbe corretto. Tipo quello tenuto domenica sera, quando uscendo dal campo visibilmente sconfortato ha totalmente ignorato il tecnico Spalletti. O si potrebbe risparmiere qualce commento social, che nelle intenzioni sicuramente voleva aiutare, ma nei fatti ha solo alimentato le polemiche.

Anche sotto questo punto di vista la società sempre per bocca di Giuseppe Marotta si schiera con il capitano: «Icardi ci sta mettendo il massimo dell’impegno, non credo sia giusto metterlo sul banco degli imputati. Mauro ha dimostrato in passato di essere un goleador, nella vita si può migliorare ma difficilmente si peggiora. Quindi continuerà ad esserlo. Gli alti e bassi li passano tutti i giocatori, sono più visibili per gli attaccantiche vengono valutati sui gol».

Ed in questo ad Icardi dovranno dare una grossa mano i compagni di squadra, i numeri infatti, dicono che da dicembre in poi le occasioni da goal create dai nerazzurri si sono dimezzate.

Fonte: Gazzetta dello Sport