RETROSCENA | Ecco chi doveva arrivare all’Inter al posto di De Vrij

RETROSCENA | Ecco chi doveva arrivare all’Inter al posto di De Vrij

Il retroscena su Stefan De Vrij

I retroscena di mercato, specialmente in casa Inter, non mancano mai. Quest’oggi, vogliamo riportarne uno su De Vrij.

Nell’estate 2017 infatti, Piero Ausilio aveva trattato a lungo col Sassuolo per arrivare a Francesco Acerbi. A confermare il tutto, era stato proprio l’attuale difensore della Lazio. Alla fine però, complice anche il costo del cartellino superiore ai 10 milioni di euro e la non convinzione totale di Spalletti ad ingaggiarlo, non se ne fece nulla. Successivamente infatti, l’Inter iniziò ad avviare i contatti con l’olandese che a giugno 2018 si sarebbe liberato a parametro zero. E’ giusto precisare inoltre, che la trattativa per arrivare all’ex Feyenoord non fu delle più semplici. Nonostante tutto però, Ausilio riuscì a convincere De Vrij a non accettare il rinnovo con la Lazio per poi approdare a Milano a parametro zero. Pur di non perderlo senza incassare nulla, Lotito propose al giocatore un rinnovo di un solo anno con una clausola rescissoria di 20 milioni di euro. Il patron biancoceleste infatti, era cosciente che quella clausola l’Inter l’avrebbe pagata ugualmente, ma in questo modo avrebbe comunque racimolato qualche milione.

Arrivando al 20 maggio però, giorno in cui Inter e Lazio si giocavano la qualificazione in Champions League, si iniziava a discutere della presenza o meno dell’olandese in campo. Nonostante però De Vrij fosse cosciente di essere già un calciatore nerazzurro da mesi, con la Lazio è sempre sceso in campo come un professionista esemplare.