Rinnovo Icardi, è giallo sull’incontro tra le parti: Wanda attende l’Inter

Rinnovo Icardi, è giallo sull’incontro tra le parti: Wanda attende l’Inter

Archiviata la pratica ottavo di finale in Coppa Italia, inizia una settimana decisiva per il rinnovo di Mauro Icardi. Durante la sosta natalizia hanno fatto molto scalpore le dichiarazioni di Wanda Nara, la quale informava che sul bomber ci fossero offerte dall’estero.

Rinnovo Icardi: incontro in settimana

Proprio oggi Sport Mediaset riferisce che l’agente dell’argentino, nonchè moglie, Wanda Nara stia aspettando conferma dalla società nerazzurra riguardo l’incontro per discutere. Non è stata ancora resa nota una data ufficiale, ma con tutta probabilità l’incontro fatidico avverrà durante questa settimana.

Da una parte ci saranno Marotta ed Ausilio e dall’altra Wanda. Solo in un secondo momento la società legale che aiuta l’agente nei rapporti entrerà in scena. Sul tavolo verrà discusso innanzitutto il nuovo contratto, ma si parlerà anche dei modi da utilizzare in futuro nelle interviste con i media.

Non è infatti piaciuto alla società l’atteggiamento avuto da Wanda Nara nell’ultimo periodo. Comportamento che ha scatenato un ciclone mediatico che si sarebbe potuto evitare.

Per quanto riguarda le cifre si rimarrà sulla richiesta di Icardi che con il rinnovo vorrebbe avere un ingaggio da vero top player. 9 milioni di euro è la base richiesta dal suo entourage, mentre l’Inter partirà a trattare da 6 milioni. Con tutta probabilità ci si incontrerà nel mezzo, ovvero a 7/7.5 milioni di euro con l’aggiunta di alcuni bonus personali e di squadra.

La cifra è molto lontana da quella che offrirebbero Real Madrid o Chelsea, ma si punterà molto sulla volontà del Capitano di voler rimanere a Milano. Infine l’Inter toglierà la clausola di rescissione valida per l’estero che attualmente spaventa molto la dirigenza. Se Wanda decidesse di volerla mantenere la si alzerà a cifre ben superiori all’attuale 110 milioni.

error: A causa degli innumerevoli casi di furto dei nostri contenuti siamo stati costretti a disabilitare questa funzione.