Extra - Inter

Rivali: La Juve ingrana soffrendo, CR7 non pervenuto

Vittoria dei bianconeri. CR7 è un caso

La terza vittoria dei bianconeri oscurata dall’astinenza di CR7

L’acquisto di CR7, dalla stampa torinese e non solo, è stato definito il passaggio del secolo. Con CR7 la Juve ha dichiarato la propria guerra sportiva alle big d’Europa: Real Madrid, Barcellona, PSG, Manchester City. Una squadra allestita per passeggiare nel campionato italiano e vincere la Champions League, che dalle parti della Torino bianconera manca dal 1996.

Un affare milionario quello di Cristiano Ronaldo. Tuttavia, le prime tre giornate di campionato dicono che l’asso portoghese sta faticando, e non poco, a ingranare. Non è una questione di preparazione atletica. E’ una questione puramente tecnica e tattica. Il campionato italiano è tradizionalmente molto difficile. E’ bastato chiedere a D’Anna, Simone Inzaghi e D’Aversa se avessero preparato una difesa speciale per CR7 e ottenere la stessa risposta: no.

Leggi anche  (SOCIAL) Mario Balotelli, è guerra aperta con Matteo Salvini

Insomma nessuna marcatura speciale per Cristiano Ronaldo, nessuna marcatura ad uomo. E’ sempre stato marcato a zona, ma non gli è stato dato respiro. Nè quando Ha tentato la verticalizzazione, nè quando è arretrato per prendere il pallone, nè quando ha tentato di tirare in porta. Il risultato è stato che, per la prima volta nella sua carriera, CR7 ha steccato le prime tre giornate. E non è solo una questione di astinenza al gol.

Non abbiamo ancora avuto modo di ammirare una giocata degna del valore espresso in carriera dall’attaccante bianconero. Ieri sera si è visto tutto l’imbarazzo di CR7 quando ha affrontato in un uno contro uno Gobbi. Il calciatore del Parma ha avuto la meglio e dall’altra parte Gervinho ha fatto vedere giocate spettacolari condite da un gol.

Leggi anche  Ancelotti la tocca piano sui cori bianconeri: che siluro alla Juventus!

Non bisognerà meravigliarsi se Cristiano Ronaldo rimarrà a secco per altre partite in Italia. Probabilmente lo vedremo giocare e segnare nella sua casa, la Champions League, o almeno è questo quello che i tifosi bianconeri si augurano. Nessun processo a CR7 nè ad Allegri. Semplicemente una nota di merito ai tecnici italiani. Anche Cristiano Ronaldo soffre le difese della Serie A. Il suo nervosismo è stato avvertio immediatamente quando si è rifiutato di presenziare al sorteggio della Champions League. Il motivo? Il premio di miglior calciatore consegnato a Modric.

Il Real Madrid se la gode senza CR7

Intanto dal Santiago Bernabeu se la ridono. Mentre CR7 era alle prese con Gobbi e compagni, il Real Madrid ha vinto per 4 a 1 e si è divertito contro il Leganes. A segno Benzema per due volte, Bale e Sergio Ramos. Modric, proprio prima del match, sorridendo ha alzato il premio che gli è stato consegnato a Montecarlo. Bale, Benzema se la ridevano mentre tale Mariano Díaz Mejía, appena acquistato, si è preso la maglia n. 7.

Leggi anche  Marca, parole di fuoco contro Nedved e la Juventus

E qui è proprio questione di numeri. La n. 7, maglia amata da Cristiano Ronaldo conosciuto da tutto il pianeta come CR7, 7 come il numero di maglia che Florentino Perez, con disinvoltura, ha consegnato a Mariano. 7 come le finali di Champions League perse dalla Juventus. La Juventus, con molta fortuna, vince la terza partita. Ma la sua stella ancora non brilla..

Potrebbe interessarti anche...

error: All rights reserved
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker