Calciomercato Inter

Santon Inter, da predestinato a partente. L’evoluzione del terzino…

Pubblicità

Santon Inter, siamo ai titoli di coda

Santon Inter, quella famosa sfida in Champions League con il Manchester United dove non fece fiatare Cristiano Ronaldo lo aveva incoronato come “erede di Facchetti”. Adesso però, la situazione del terzino italiano è cambiata radicalmente. A spiegarlo, ci ha pensato la Gazzetta dello Sport.

Leggi anche  Da Pinamonti a Odgaard 20 milioni per i giovani dell’Inter

“Sembrava un predestinato, addirittura «l’erede di Facchetti», dissero in tanti, ma la vita è strana e così – dopo che nel 2009 Lippi lo aveva fatto esordire nella Nazionale maggiore (8 le sue presenze complessive) e nel 2010 era stato inserito nella lista dei giovani più promettenti del mondo – adesso sbarca nell’universo giallorosso con un’accoglienza (tra radio e social) a dir poco gelida, che ben si sposa con i commenti feroci riservatigli nella scorsa stagione dai tifosi dell’Inter. La storia è nota: dopo qualche errore vistoso soprattutto nelle partite contro Udinese, Roma e Juventus, Santon dovette chiudere i suoi profili per la quantità d‘insulti che gli giunsero. Bestialità da calcio del terzo Millennio, a cui qualcuno nella Capitale già sta dando un seguito. Salvate il Soldato Davide. Nel calcio sono diverse le favole con un lieto fine”.

Questo è quanto scritto dalla rosea che ha analizzato i molti alti e bassi dell’ex Newcastle.

Leggi anche  Brozovic, le parole sul suo futuro e sulla Champions League
error: All rights reserved
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker