Inter News

Spalletti ha deciso: il trascinatore non può che essere lui

Non vi sono dubbi su chi dovrà trascinare la squadra

Pubblicità

Per Spalletti cominciano le imprescindibilità

Luciano Spalletti lo ha voluto fortemente. Voleva che la società di Corso Vittorio Emanuele lo acquistasse già la scorsa stagione. I paletti imposti dal Financial Fair Play e il rinnovo con la squadra di appartenenza hanno impedito l’approdo in nerazzurro di Radja Nainngolan. Spalletti ha fatto “spallucce”. Ha chiesto alla società un giocatore con le caratteristiche simili. Ausilio ha risposto che per le disponibilità economiche risibili, si poteva arrivare, al massimo, a Vecino. Quello del gol Champions all’ultima giornata contro la Lazio.

Leggi anche  Scudetto | Juventus, Milan o Inter? Delneri è sicuro: le parole

A giugno 2018 la storia si ripete. Spalletti torna a parlare con Ausilio e Antonello dicendogli che se quest’anno si vogliono evitare imbarcate e derive, tanto in Italia quanto in Europa, c’è bisogno di Nainggolan. Stavolta è accontentato. Zio Zhang, dalla Cina, fa sapere che vuole vedere una squadra tosta, che arrivi in alto in Italia e in Europa. Ecco gli arrivi di Asamoah, De Vrij, Vrsaljko, Keita Balde. Gente tosta, gente abituata a grandi palcoscenici, gente in grado di scuotere i poppanti in cerca di latte.

Leggi anche  Inter, le statistiche nerazzurre dopo dieci giornate di campionato

Tuttavia, l’acquisto più importante rimane lui: Radja Nainggolan. Un leader tecnico, tattico e mentale. Una grinta fuori dal comune, tanta corsa, sacrificio e dedizione alla causa. Non stupitevi se durante le partite canterà e porterà la croce. Non allarmatevi se urlerà in faccia a Vrsaljko o a Gagliardini se non fanno il movimento giusto. Stropicciatevi gli occhi se trascinerà la squadra solo con lo sguardo, se mette i palloni giusti al capitano Icardi.

Leggi anche  Inter, ennesimo ko all'esordio: era accaduto giá nelle ultime stagioni

Questo è Radja Nainggolan. Fuori dal campo sopra le righe, con dichiarazioni e comportamenti giudicati dai bigotti discutibili. Al popolo nerazzurro non interessa la vita privata di Nainggolan. Interessa che il Ninja insegni ai compagni come si suda lo stipendio. Come si onora una squadra dal blasone inestimabile come l’Inter. It’s time to play the game.Per Spalletti e l’Inter inizia la stagione.

error: All rights reserved
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker