Spalletti, un bimbo al tecnico: “Mi prendi in braccio?”, le sue parole

Spalletti, un bimbo al tecnico: “Mi prendi in braccio?”, le sue parole

Il quotidiano Repubblica svela un siparietto  avvenuto ad Empoli. Protagonista Luciano Spalletti, al termine del match vinto dall’Inter contro i toscani e un bambino:

“Oi, Spalletti, mi pigli in braccio?”. Il soldo di cacio avrà cinque anni, e a quel naso all’insù è impossibile dire di no. Così Spalletti issa il pargolo sulle spalle, e dopo le inevitabili foto che immortalano l’attimo, il mister promette con solennità: «Quando diventi più grande ti fo giocare al posto di Icardi».

È finito il girone d’andata, Capodanno è vicino, l’Inter è terza e ha vinto a Empoli, Spalletti è praticamente a casa sua, ha persino la mamma che lo aspetta fuori dallo stadio, e la sua uscita dal “Castellani” dura parecchi minuti perché tutti lo vogliono salutare e baciare: insomma è l’ora del relax anche per Luciano lo sciamano, per un mesetto sembrava aver perso il tocco e invece l’ha ritrovato insieme all’Inter, così un sorriso disteso, finalmente, se lo può concedere persino lui”.

In momento molto particolare per il nostro calcio, dove si parla di discriminazione, razzismo e criminalità, sono sicuramente questi i messaggi giusti da far emergere. Luciano Spalletti, ancora una volta, ha inviato messaggi chiari, dopo le dichiarazioni importanti in conferenza stampa sulla sentenza per gli scontri prima di Inter Napoli.

Fonte: Repubblica