Suning – Marotta: con lui arriverebbero un big per reparto, ecco i nomi

Suning – Marotta: con lui arriverebbero un big per reparto, ecco i nomi

Con Marotta il progetto di Zhang si farebbe importante. I possibili innesti con il nuovo amministratore delegato

A Giuseppe Marotta piovono offerte continue. Il 23 ottobre sarà ufficialmente fuori dal CdA della Juventus e, entro il 15 novembre il contratto che lo lega al club bianconero sarà risolto. Per questo motivo i grandi club europei si stanno muovendo, cercando di anticipare i tempi e riuscire ad ingaggiare uno dei migliori dirigenti a livello internazionale. In primo luogo la candidatura di Gravina alla Presidenza della FIGC. L’attuale Presidente della Lega Pro si è detto disponibile ad affidare a Beppe Marotta un ruolo di primo piano all’interno della Federcalcio italiana. Tuttavia tale ipotesi non stuzzica molto l’appetito di Marotta, pienamente convinto di poter dare ancora il meglio di sè all’interno di un top club e sperando di potersi prendere una rivincita dalla Juventus dopo che Agnelli lo ha scaricato.

La notizia del giorno è che l’Arsenal ha sondato il terreno con il dirigente bianconero ricevendo, però, una risposta negativa. La ragione? Zhang sr è convinto che con Marotta l’Inter avrebbe l’asset manageriale più preparato e potente al mondo. Infatti, come anticipato ieri, Marotta affiancherebbe Ausilio, Gardini, Antonello, Baccin e Samaden nella dirigenza nerazzurra tutti con specifici ruoli. Marotta sarebbe l’amministratore delegato dell’Inter e si occuperebbe dell’area sportiva controllata da Suning, colosso cinese di proprietà della famiglia Zhang.

Perchè Zhang avrebbe scelto Marotta?

In effetti è la domanda che molti tifosi nerazzurri, oggi, si stanno ponendo. In realtà il progetto sportivo della famiglia Zhang va oltre le prospettive sportive, includendole. L’obiettivo del magnate cinese è quello di riuscire a moltiplicare gli introiti del brand Inter con i risultati sportivi. Oggi è riuscito ad aumentare i ricavi grazie a una stupefacente operazione di marketing e di promozione del brand all’estero (soprattutto in Cina e in molti altri paesi asiatici). Il passo successivo è quello di riuscire a sviluppare l’Inter attraverso i successi sportivi. Pertanto ha bisogno di manager che conoscano bene il proprio lavoro. Soprattutto manager con carisma e appeal, capaci di portare a Milano veri top player. Marotta presenta questo profilo e Zhang ha tutta l’intenzione di non lasciarselo scappare.

Soprattutto perchè il potente manager ex Sampdoria ha, negli anni, moltiplicato i rapporti con i migliori procuratori del mondo. Non a caso, nell’agenda di Beppe Marotta, sono appuntati i nomi dei giocatori che avrebbe dovuto presto portare alla Juventus qualora l’incarico fosse stato confermato da Andrea Agnelli. In altri termini con il completamento dell’asset manageriale Zhang sr è pronto ad investire pesantemente per giugno 2019, complice, anche, l’uscita definitiva dell’Inter dal F.F.P. con la piena realizzazione del settlement agreement, sottoscritto qualche anno fa da Erick Thoir.

I nomi potenziali dei big europei pronti a varcare i cancelli del “Centro Sportivo Suning”

L’intenzione è quella di non stravolgere la rosa attuale e di inserire un big per reparto. Il primo nome della lista è Anthony Martial. Classe 1995, ala sinistra francese, attualmente è in forza al Manchester United. Non rinnoverà il contratto con i “Red Devils”. Per questa ragione è seguito da mezza Europa. Il suo cartellino è gestito da un gruppo di procuratori sportivi della Usfa Management con i quali Marotta ha eccellenti rapporti e anche una intesa di massima. Il secondo nome è quello di Federico Chiesa della Fiorentina. Il giocatore è in orbita Inter da tempo e il padre ha da sempre caldeggiato un approdo del figlio ai nerazzurri. La trattativa si è complicata per l’inserimento della Juventus e di Marotta che ha preparato il terreno per il futuro cedendo ai Viola, in prestito, Pjaca. Tuttavia l’approdo del dirigente ex Samp all’Inter determinerebbe la chiusura definitiva dell’affare.

Altro nome è quello di Krzysztof Piatek, Classe 1995 di nazionalità polacca, il centravanti si sta distinguendo per la grande prolificità. Potrebbe essere l’attaccante del futuro dell’Inter con o senza Mauro Icardi, con Lautaro Martinez certamente. Marotta lo ha già messo nel mirino e l’operazione potrebbe concluderla in pochissimo tempo. Insomma da qualunque prospettiva la si guardi, l’eventuale avvento di Marotta all’Inter porterebbe la società di Corso Vittorio Emanuele a colmare il gap in Italia con la Juventus e in Europa con tutti club europei. A differenza del passato, però, l’Inter incrementerebbe anche il proprio potere economico per riuscire a confermarsi per diversi anni.

 

error: A causa degli innumerevoli casi di furto dei nostri contenuti siamo stati costretti a disabilitare questa funzione.